SCADENZA: 14/07/2020, 16:00 BRUSSELS LOCAL TIME

 

Informazioni generali

Sottoprogrammi e priorità

Il programma LIFE è strutturato in due SOTTOPROGRAMMI:

  1. il sottoprogramma per l’ambiente
  2. il sottoprogramma per l’azione sul clima.

Le PRIORITÀ per ciascun sottoprogramma sono le seguenti:

  1. Sottoprogramma per l’ambiente
  • Ambiente ed efficienza delle risorse
  • Natura and Biodiversità
  • Governance dell’ambiente e Informazione
  1. Sottoprogramma per l’azione sul clima:
  • Mitigazione dei cambiamenti climatici
  • Adattamento ai cambiamenti climatici
  • Governance sul clima e informazione.

Obiettivi

  1. Progetti “vicini al mercato”: Al fine di contribuire allo sviluppo sostenibile e alla qualità dell’ambiente, le priorità chiave odierne del programma LIFE confermano la particolare attenzione alla promozione di progetti vicini al mercato che offrono soluzioni ambientali migliorate che possono essere ampiamente utilizzate dalla società in generale e l’economia in particolare
  2. Sottoprogramma per l’ambiente
  • sviluppare, testare e dimostrare approcci politici o gestionali, migliori pratiche e soluzioni alle sfide ambientali; sostegno alla politica e alla legislazione relative all’efficienza delle risorse, compresa la tabella di marcia verso un’Europa efficiente nell’impiego delle risorse
  • migliorare la base di conoscenze per lo sviluppo, l’attuazione, la valutazione, il monitoraggio e la valutazione della politica e della legislazione in materia di ambiente dell’Unione e per la valutazione e il monitoraggio di fattori, pressioni e risposte che incidono sull’ambiente all’interno e all’esterno dell’Unione
  • Ambiti di applicazione: acqua, compreso l’ambiente marino; rifiuti; efficienza delle risorse, compresi suolo e foreste, economia verde e circolare; Priorità tematiche per l’ambiente e la salute, compresi prodotti chimici e rumore; Priorità tematiche per la qualità dell’aria e le emissioni, compreso l’ambiente urbano
  1. Sottoprogramma per l’azione sul clima
  • contribuire allo spostamento verso un’economia efficiente nell’impiego delle risorse, a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima;
  • migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione climatiche dell’Unione;
  • agire da catalizzatore e promuovere l’integrazione e l’integrazione degli obiettivi climatici nelle altre politiche dell’Unione e nelle pratiche del settore pubblico e privato;
  • sostenere una migliore governance climatica a tutti i livelli, compreso un migliore coinvolgimento della società civile, delle ONG e degli attori locali.

Tipologie di progetti: definizione e applicazione

  • “progetti pilota”: progetti che applicano una tecnica o un metodo che non è stato applicato o testato prima o altrove e che offrono potenziali vantaggi ambientali o climatici rispetto alle migliori pratiche attuali e che possono successivamente essere applicati su una scala più ampia a situazioni simili
  • “progetti dimostrativi”: progetti che mettono in pratica, testano, valutano e diffondono azioni, metodologie o approcci nuovi o sconosciuti nel contesto specifico del progetto, come il contesto geografico, ecologico, socioeconomico e che potrebbero essere applicato altrove in circostanze simili;
  • “progetti di buone pratiche”: progetti che applicano tecniche, metodi e approcci adeguati, convenienti e all’avanguardia tenendo conto del contesto specifico del progetto
  • “progetti di informazione, sensibilizzazione e diffusione”: progetti volti a sostenere la comunicazione, la diffusione di informazioni e la sensibilizzazione nei settori dei sottoprogrammi per l’ambiente e l’azione per il clima
SOTTO-PROGRAMMAPRIORITA’TIPOLOGIA DI PROGETTI AMMISSIBILI
AMBIENTEAmbiente ed efficienza delle risorseProgetti dimostrativi

Progetti pilota

AMBIENTENatura and BiodiversitàProgetti di buone pratiche

Progetti dimostrativi

Progetti pilota

AMBIENTEGovernance dell’ambiente e InformazioneProgetti di informazione, sensibilizzazione e diffusione
CAMBIAMENTO CLIMATICOMitigazione dei cambiamenti climaticiProgetti di buone pratiche

Progetti dimostrativi

Progetti pilota

CAMBIAMENTO CLIMATICOAdattamento ai cambiamenti climaticiProgetti di buone pratiche

Progetti dimostrativi

Progetti pilota

CAMBIAMENTO CLIMATICOGovernance sul clima e informazioneProgetti di informazione, sensibilizzazione e diffusione

Beneficiari

  1. organizzazioni commerciali private
  2. organizzazioni non commerciali private (comprese le ONG).
  3. enti pubblici

NB: Possono essere finanziati singoli soggetti

Finanziamento

Taglio progetti: Non esiste una dimensione minima fissa per i budget del progetto. Mentre in passato sono stati finanziati più volte progetti ambiziosi di grandi dimensioni (vale a dire oltre 5.000.000 di euro di costi totali), piccoli progetti (ovvero meno di 500.000 di euro di costi totali) raramente hanno avuto successo a causa della produzione limitata e di conseguenza del basso valore aggiunto.

Finanziamento UE: il tasso massimo di cofinanziamento dell’UE per i progetti LIFE “tradizionali” è pari al 55% dei costi totali ammissibili del progetto. Un’eccezione è fatta per i progetti LIFE “tradizionali” nell’area prioritaria Natura e biodiversità, nell’ambito del sottoprogramma Ambiente per il quale il tasso di cofinanziamento dell’UE può arrivare fino al 60%, o al 75% in casi specifici


HAI UN PROGETTO INTERESSANTE?

CHIAMACI PER VALUTARE GRATUITAMENTE LA SUA FINANZIABILITA’
e PER SUPPORTARTI PER LA PRESENTAZIONE
Laura Righi
Mob +39 338-4269305
e-mail europa@confindustriatoscanaservizi.it
Condividi: