Sei in:

Protocollo d'intesa "Competitività delle imprese toscane"

8 Settembre 2014
Regionale

Tale accordo sostituisce ed innova il precedente Protocollo di Intesa tra la Regione Toscana ed i principali istituti di credito, firmato in data 25 luglio 2012.

 

Il nuovo Protocollo stabilisce che, a fronte delle garanzie concesse dai Fondi di garanzia per liquidità, investimenti, imprese giovanili e femminili, energie (e altri riportati nel Protocollo, tutti affidati alla gestione del RTI formato da Fidi Toscana, Artigiancredito e Artigiancassa), le banche firmatarie si impegnano a mettere a disposizione delle MPMI toscane € 470 mln di risorse per la concessione di finanziamenti o leasing, alle condizioni massime di tasso stabilite all’art. 9 del Protocollo (si evidenzia che gli spread possono abbassarsi di 0,50 punti nel caso in cui la garanzia regionale venga concessa a imprese colpite da calamità naturale e anche in caso di controgaranzia del fondo centrale).
 
Tra le novità inserite nel Protocollo, segnaliamo la previsione di garanzie per liquidità a favore della specifica finalità “Produzione oro-argento”, con copertura fino all’80% del finanziamento in oro o argento e a condizione che l’azienda si impegni a realizzare un incremento occupazionale nei due anni successivi alla concessione del finanziamento.
 
Con riferimento poi ai Fondi rotativi (a partire dal 1° settembre le imprese dei settori Artigianato e Cooperative potranno presentare le domande per il Fondo rotativo a sostegno degli investimenti. Per le imprese industriali invece l'apertura del fondo non è stata ancora definita e sarà condizionata ai rientri di risorse da parte delle imprese che ne hanno usufruito in passato), le banche firmatarie si impegnano a supportare le imprese ammesse nella relativa graduatoria, e in particolare a:
  • facilitare il rilascio, su richiesta dell’impresa, della fidejussione necessaria a chiedere alla Regione l’erogazione dell’anticipo;
  • stanziare almeno € 200 mln di “finanziamento ponte” a breve o medio termine necessario a sostenere le spese connesse all’investimento;
  • stanziare almeno ulteriori € 200 mln a medio termine necessari ad assicurare all’impresa le risorse finanziarie complementari alla percentuale di copertura riconosciuta dal fondo rotativo.

 

 
Infine, a valere su altre agevolazioni concesse dalla Regione per investimenti in R&S, innovazione, avviamento di imprese e creazione di start up innovative, le banche firmatarie si impegnano ad agevolare il rilascio alle imprese della propria delibera di concessione del finanziamento, che costituisce requisito per il riconoscimento del contributo regionale. 
 
In allegato il testo della delibera 614 e del protocollo firmato con gli Istituti di credito.
 

Richiesta informazioni e commenti

Per visualizzare questo contenuto occorre accettare i cookie

Login utente
Community Community

Clicca qui per partecipare alle community di Confindustria Toscana Servizi

Calendario
«  

Giugno 2017

  »
L M M G V S D
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
I prossimi appuntamenti
Ultimi contenuti
Here an extract of the hundreads of partner searches for Commercial Partnership that are published on the Enterprise Europe Network database.   To register for the service...
Here an extract of the hundreads of partner searches for Technological Partnership that are published on the Enterprise Europe Network database.   If you "become a client"...
Ultimi commenti
Inserito in "MEPA: Le informazioni necessarie per l'iscrizione e l'abilitazione" da Francesco R
Inserito in "MEPA: Le informazioni necessarie per l'iscrizione e l'abilitazione" da manusimp di alfio salamone
Sei in: